Sunday, 22 August 2010

Day 22 - Malacca

Stamani dopo aver fatto il check-out all'hotel la navetta ci ha portati di nuovo all'aereoporto dove abbiamo preso un pullman per Malacca. Con 5 euro a testa abbiamo fatto un viaggio di 2 ore e il pullman era nuovo e comodissimo.
Arrivati a Malacca abbiamo subito il presentimento che questa città ci piacerà un sacco!
Con un autobus scassatissimo siamo andati in centro dove notiamo immediatamente l'alta concentrazione di resti di edifici coloniali tra cui portoghesi, olandesi e britannici.
La piazzetta davanti al Queen Victoria's fountain e alla Christ Church è vivacissima e ricca di bancherelle e folcloristici risciò a pedali che ti portano in giro e sparano musica a tutto volume!

Dopo la visita alla San Paul's Church e al cimitero olandese ci siamo recati al "Melaka Sultanate Palace Museum", una bellissima replica del palazzo del Mansur Shah: sultano di Malacca dal 1456 al 1477.

Dopo aver visitato a piedi tutta la zona a destra del fiume "Sungai Melaka" (pieno di varani) ci siamo diretti alla Chinatown più bella che abbiamo mai visto.

L'atmosfera a Chinatown è stupenda, ricca di ristorantini tipici, gallerie d'arte e negozietti cinesi che vendono di tutto: antichità rare, tessuti, ceramiche, mobilia ecc... Addirittura si trovano gli ultimi artigiani in grado di realizzare le famose scarpette che fino a qualche decina di anni fa le donne cinesi usavano per non farsi crescere i piedi (Loto d'oro)!
Abbiamo poi preso la strada Jalang Tukang Emas che ospita tre fra i più importanti luoghi di culto dell’intera Malesia: il tempio Cheng Hoon Teng (il più antico tempio cinese della Malesia), il tempio Xiang Lin Si da cui abbiamo fatto la foto sottostante, la moschea Kampong Kling (più antico tempio musulmano della città) e il tempio induista Sri Poyyatha Vinayagar Moorthi, una vera e propria dimostrazione di convivenza pacifica e reciproco rispetto per la religione altrui.

All'interno del tempio Cheng Hoon Teng ci sono diversi altari con sopra dell’incenso che brucia continuamente, delle candele accese e del cibo donato dai familiari dei defunti.

Nel tardo pomeriggio ci siamo diretti con un autobus al Malacca Central per prendere il pullman per Singapore.
Dopo 4 ore di viaggio (trascorse a dormire) ed aver passato la dogana siamo finalmente arrivati a Singapore! Un taxi ci ha portato al Robinson Quay Hotel situato sul Singapore river.

No comments:

Post a Comment